6 battute in film e TV che vi potreste esser persi se parlate soltanto inglese

Grant Robinson
Grant Robinson
S
Sceneggiatori e registi nascondono spesso, in film e serie TV, delle battute in altre lingue. Eccovene 6 che potreste esservi persi se parlate soltanto inglese.
Reading Time: 3 minutes

BATTUTE IN FILM & TV CHE VI POTRESTE ESSER PERSI SE PARLATE SOLTANTO INGLESE

Registi e sceneggiatori adorano nascondere battute in film e serie TV, ed il modo più facile per farlo è tramite una lingua che non sia l’inglese. Anche in film che sono di una serietà mortale le battute nascoste abbondano, e le serie possono tranquillamente permettersi un po’ di volgarità o anche solo della buffoneria. In questa lista trovate ben noti film e serie TV che contenevano battute celate in altre lingue, che fosse nei dialoghi, nella situazione o altrove.

 

STAR TREK: THE NEXT GENERATION

“ST:TNG”, come molte serie di fantascienza, esplora la condizione umana attraverso una narrativa in cui ci si può identificare e che sia allo stesso tempo profondamente capace di intrattenere. Intelligenza artificiale, democrazia e diplomazia sono solo alcuni dei temi portati in scena. Ma sapevate che un filone di battute interne correlate al mondo dell’animazione giapponese era intrecciato lungo tutta la serie?

Nell’episodio intitolato “The Icarus Factor” vediamo il primo ufficiale William Riker alle prese con una crisi personale riguardante il padre, da cui si era allontanato. La soluzione può venirgli solo dall’affrontarlo in combattimento, tentando di suonargliele di santa ragione con un cotton fioc gigante. La forma di combattimento spaziale scelta è un’arte marziale di fantasia, lo “anbo-jyutsu”. Il ring nel quale si affrontano reca stampato sul suolo l’ideogramma per “stella”, affiancato dalle parole Ataru e Ramu e su uno striscione nello sfondo si legge “Urusei Yatsura”.

Urusei Yatsura era una serie comica manga, che andò avanti dal 1978 al 1987, ed i cui personaggi principali si chiamavano Ataru e Ramu, che si traducono con “tette” e “culo”. Gene Roddenberry si sta rivoltando nella tomba dalle risate.

 

KING KONG

Anche se il codice Morse non è veramente un’altra lingua, è stato usato per un effetto comico nel film di Peter Jackson del 2005 King Kong. Il personaggio interpretato da Jack Black è un megalomane, determinato e dall’eloquio mellifluo, con una personalità che ricorda quella di Jerry Maguire dell’omonima pellicola del 1996. In una scena, dalla nave che trasporta Black e la sua troupe cinematografica verso “l’Isola del Teschio”, viene ricevuto un messaggio in Morse che ordina l’arresto del personaggio di Black per truffa e furto. In realtà, i punti e le linee del messaggio in Morse formano la frase “Mostrami la scimmia”, parodia della battuta ricorrente di Jerry Maguire.

 

SOUTH PARK

Neppure immaginereste che questo classico della comicità d’animazione avrebbe bisogno di cose extra per far ridere, eppure nei suoi episodi si trovavano spesso delle battute camuffate nello sfondo. In due episodi intitolati “Chickenlover” e “Ike’s Wee Wee”, l’alfabeto nell’aula di Mr. Garrison compone la frase in spagnolo “Dios Mio, han matado has (sic) Kenny, Bastardos”, che ovviamente si traduce con “Oh mio dio, hanno ammazzato Kenny, bastardi!”.

South Park

 

IL TRONO DI SPADE

È decisamente una delle serie TV più popolari di tutti i tempi, ed i suoi autori non si facevano problemi ad infilarci qualche gioco di parole. Nella quarta stagione, quando il campione di Meereen e Daenerys sono pronti per il combattimento, il primo lancia insulti contro la Madre dei Dragoni in Basso Valyriano, che se tradotti si rivelano essere gli stessi precisi insulti rivolti dal cavaliere francese a re Artù ed al suo stravagante seguito nel film Monty Python e il Sacro Graal. “Tua madre era un criceto e tuo padre puzzava di bacche di sambuco”, “Io scorreggio nella vostra direzione generale”, “Vai a bollirti il sedere, figlio di un idiota”, ecc. ecc.

 

IL MONDO PERDUTO – JURASSIC PARK

In una scena di _Il Mondo Perduto: Jurassic Park_, si vede un T-Rex che infuria per San Diego, ed un uomo d’affari giapponese che fugge in preda al terrore gridando sulla folla “Siamo andati via da Tokyo per fuggire da questo!” in giapponese. Nel caso non ci siate arrivati, è una strizzatina d’occhio a Godzilla.

 

SILICON VALLEY

Anche i fan più incalliti si son fatti prendere in giro dal trailer della quinta stagione della popolare serie Silicon Valley. Gavin Belson sta parlando davanti ad un vasto schermo coperto di codici binari. Tutto ha un’aria molto seria, ma se conoscete il codice binario avrete notato che il messaggio si traduce con “Trovati un hobby, per l’amor di dio”.