Le 3 migliori lingue nei mercati emergenti dell’e-commerce Europeo

Marguerite Arnold
Marguerite Arnold
L
L'Europa è uno dei continenti linguisticamente più eterogenei del mondo. Sebbene l'inglese rimanga la lingua più usata, i mercati devono adottare altri linguaggi per espandersi in nuovi territori. Nell'E-commerce è richiesto un accurato lavoro di traduzione. Quali sono le 3 lingue più importanti in una strategia di vendita online?
Reading Time: 6 minutes

Il commercio non è più limitato alle frontiere nazionali, infatti la globalizzazione consente anche alle imprese di più piccole dimensioni di raggiungere un gran numero di clienti internazionali come mai prima. E soprattutto, le barriere tradizionali al commercio transfrontaliero stanno cadendo rapidamente.

Oltre ai trattati e alle tariffe commerciali, la conversione valutaria è sempre stata un problema. In questi giorni, tuttavia, i dubbi stanno evaporando come neve al sole. L’aumento della diffusione del FinTech sta rivoluzionando i pagamenti transfrontalieri e monetari rendendoli non solo più economici, ma anche disponibili in tempo reale. Il migliore accesso alla rete dati e internet mobile stanno preparando il terreno per il mobile-commerce ovunque.

In questo modo, il tuo sito web diventa una porta d’ingresso obbligatoria per la tua attività e questo vale per la maggior parte, se non per tutte, le industrie, i servizi e le merci.

 

COSÌ TANTE DOMANDE

Mantenere vivo un interesse nei mercati esteri e raggiungerli realmente sono due concetti distinti. Quali sono i mercati emergenti a livello globale? Dove puoi ottenere il maggior risultato economico con il minor sforzo? Quali mercati sono degni di veder tradotto completamente il tuo sito web nella loro lingua? E in cima alla lista delle domande c’è un’altra importante considerazione: quali Paesi, a prescindere dalla lingua che parlano, acquistano online? E soprattutto, quali acquistano il tipo di prodotti venduti dalla tua azienda?

In Europa, questa è ormai diventata una considerazione essenziale. L’e-commerce sta cominciando ad essere accettato come principale tendenza nella maggior parte del continente, ma alcuni Paesi sono più abili e attivi rispetto ad altri. Tenendo presente tutte queste domande, esaminiamo le 3 lingue a cui guardare nei mercati dell’e-commerce.

Le persone tendono ad essere più attratte dai siti web nella loro lingua. La traduzione include tutto, dalle pagine informative al tipo di contenuti di e-commercio che la tua azienda sta cercando di diffondere.

 

L’INGLESE È LA LINGUA ONLINE PIÙ IMPORTANTE

Nessuno sa davvero quale sia la lingua “più utilizzata” in Internet. L’UNESCO ha persino studiato il fenomeno durante il primo decennio di questo secolo riscontrando che, anche se la percentuale complessiva dei siti web inglesi è diminuita, rimane comunque una delle principali lingue utilizzate in tutto il web. La maggior parte dei grafici mettono in cima i siti web in lingua inglese o quelli che abbiano almeno la home page in inglese, che attualmente rappresentano circa la metà di tutto il traffico internet.

Le pagine in lingua inglese guadagnano un sacco di traffico.

Anche se questo significa che le pagine in lingua inglese guadagnano un sacco di traffico, certamente non implica che si debba ignorare l’offerta di traduzioni locali per un pubblico non di origine inglese. Purtroppo, spesso gli americani non considerano l’importanza delle altre lingue in termini di commercio elettronico o adattamento culturale. In altre parti del mondo, soprattutto in Europa, le popolazioni sono poliglotte e hanno più soldi da spendere, e questi sono fattori che semplicemente non è il caso di ignorare.

 

DOVE SI TROVANO GLI SPENDACCIONI GLOBALI?

Le statistiche sulla spesa transfrontaliera sono un po’ più facili da quantificare quando si pensa alla strategia online. Di gran lunga, i maggiori clienti internazionali dello shopping online sono i canadesi che raggiungono un enorme 37% della spesa totale annua. Gli australiani arrivano al secondo posto intorno all’8%. La Germania e il Regno Unito costituiscono, insieme, un altro 10% (di cui il 7% è britannico). Anche Svizzera, Francia e Brasile hanno quote significative del mercato informatico transfrontaliero e il rimanente è dominato dai mercati dell’Asia.

Oltre a ciò, esistono anche mercati caldi per certi tipi di beni e servizi che si trovano al di fuori dei maggiori mercati. Si tratta comunque di nicchie preziose i cui clienti non dovrebbero essere dimenticati.

Quando decidi di progettare una strategia per una campagna online, comincia esaminando i modelli di clienti esistenti . Cerca di mappare la crescita dei consumatori e di osservarla in riferimento alla dimensione globale del mercato e all’interesse corrispondente per il commercio elettronico. Questi passaggi possono aiutarti a determinare quali mercati meritino per primi la concentrazione dei tuoi sforzi.

 

QUALI LINGUE PARLANO I MIGLIORI CLIENTI DEL WEB?

1: INGLESE

Anche se l’inglese non è la tua lingua madre, le traduzioni in inglese dei siti web oggi sono necessarie per riuscire a penetrare in quasi tutti i mercati del mondo. Tanto per cominciare, gli americani sono molto abituati ad acquistare cose online. Ecco perché, al giorno d’oggi, la maggior parte dei newyorkesi acquista online addirittura i propri generi alimentari. Come ogni altra lingua, le pagine web in inglese dovrebbero essere scritte da madrelingua. Il servizio clienti ha una grande importanza negli Stati Uniti e uno dei modi migliori per dimostrare che vale anche per te è quello di massimizzare il tuo sito web per facilitarne la comprensione.

Un’altra grossa fetta di mercato informatico di lingua inglese è quella dei britannici. Trattandosi di isolani, sono molto abituati ad acquistare all’estero. Internet, semplicemente, rende loro il processo più facile creando, inoltre, l’accesso a beni più economici. Tuttavia, il fatto che il tuo sito possa essere scritto in inglese “americano”, non deve scoraggiarti. Come George Bernard Shaw disse ironicamente una volta, “l’Inghilterra e l’America sono due culture separate da un linguaggio comune”.

La questione si fa ancora più importante quando ci si rivolge ai consumatori canadesi che non solo costituiscono il maggior numero degli acquirenti transfrontalieri, ma in molti parlano anche francese. E naturalmente, non dimentichiamoci degli svizzeri che parlano fluentemente tre lingue (tedesco e francese oltre all’inglese).

 


Yuqo quotesQuando si costruisce un sito in inglese, si creano contenuti anche per altri preziosi acquirenti transfrontalieri in più Paesi al di fuori dell’Europa e degli Stati Uniti, tra cui Australia, Sudafrica e molti Paesi asiatici.


 

La Cina e, naturalmente, l’India hanno grandi popolazioni di lingua inglese. Mentre questi Paesi non effettuano (ancora) transazioni online, stanno tuttavia muovendosi in questa direzione. Il potere d’acquisto è spesso un problema in queste aree, così come l’accesso a Internet. Tuttavia, se trovi la giusta strategia comunicativa, sono clienti che non vorrai escludere.

 

2: SPAGNOLO

Lo spagnolo è l’altra lingua che gli americani dovrebbero conoscere. Questo non solo a causa delle grandi popolazioni latine presenti negli Stati Uniti, ma anche per la vicinanza a Paesi di lingua spagnola a sud del confine. Poi ci sono gli spagnoli stessi. Il mercato nazionale del commercio elettronico spagnolo sta cominciando ad infiammarsi ed ha vissuto un boom per la maggior parte di questo decennio.

 

3: TEDESCO

Non solo i tedeschi hanno la più forte economia dell’UE, ma si adattano allo shopping online come un’anatra all’acqua. Secondi solo al Regno Unito nelle vendite transfrontaliere del commercio elettronico europeo, i tedeschi rimangono consumatori appassionati quando si tratta di vendita al dettaglio nazionale ed estera, tanto che l’import-export è ormai uno stile di vita per la maggior parte delle aziende tedesche.

I consumatori di lingua tedesca stanno diventando sempre più uno dei mondi online più preziosi. Sì, naturalmente parlano inglese, e nella maggior parte dei casi molto meglio di quanto non parlino tedesco gli altri europei. Tuttavia, se vuoi raggiungere i consumatori tedeschi, il tuo sito web deve “parlare tedesco”. Un enorme 61% della popolazione fa acquisti online in questo momento, infatti la messaggistica digitale si è estesa a livello nazionale in volume maggiore rispetto a quanto riscontrato negli Stati Uniti. Questi dati confermano lo status di mercato prezioso, ricco e attivo detenuto dalla Germania. Ricordatene durante la tua pianificazione.

 

E I SECONDI CLASSIFICATI SONO …

Ci sono un paio di altre lingue di destinazione “da non perdere” per i commercianti informatici in espansione. La Polonia e la Danimarca sono entrambe zone calde per l’e-commerce, soprattutto per quanto riguarda le vendite transfrontaliere. Non solo i due Paesi vantano rigorose economie individuali, ma sono affamate di prodotti provenienti dall’esterno.

La Polonia e la Danimarca sono entrambe zone calde per l’e-commerce.

 

COME POSSO IMPLEMENTARE IL MIO SITO WEB?

Quando lanci una campagna di vendita in qualsiasi nuovo territorio, non agire da solo. Avrai bisogno dell’aiuto di traduttori madrelingua che ti aiutino nella localizzazione del tuo sito web perché è un lavoro che richiede molto più che una semplice traduzione letterale.

Fortunatamente puoi trovare tutto il supporto che ti serve, quindi non è necessario che tu proceda come un completo neofita. Affidabili servizi di consulenza in collaborazione con traduttori madrelingua sono facilmente accessibili e più convenienti che mai e potrai avere assistenza anche nelle questioni “culturali”. In questo modo ti assicurerai un contenuto migliore e pertinente evitando il rischi di offendere o allontanare i potenziali consumatori. Un sito web ben curato nella localizzazione comprende anche l’aspetto, l’atmosfera e tutta la presentazione nel suo complesso.

Riassumendo? L’e-commerce è ormai penetrato nel commercio mondiale deciso a mantenere il suo regno. Includendo le tre lingue di cui sopra, tra le altre cose, assicurati di adattare la tua presenza online alla cultura target con cui speri di comunicare. Indipendentemente dalla provenienza dei tuoi consumatori, tutti apprezzano campagne di vendita affidabili e personalizzate sulla propria lingua per cui entusiasmarsi.