Tributo a Barbara Bush, First Lady e sostenitrice dell’alfabetizzazione

Steven Mike Voser
Steven Mike Voser
O
Oggi rendiamo omaggio a Barbara Bush, per il suo ruolo nella battaglia per l’alfabetizzazione, la giustizia sociale e le molte altre cause che ha sostenuto in vita, dentro e fuori dalla Casa Bianca.
Reading Time: 4 minutes

Barbara Bush, ex First Lady e attivista a sostegno dell’alfabetizzazione, è morta il 17 Aprile, all’età di 92 anni. È stata la moglie di George H.W. Bush, 41° Presidente degli Stati Uniti, nonché madre di George W. Bush, alla Presidenza degli USA per due mandati, a partire dal 2001. “La mia amata mamma è deceduta all’età di 92 anni. Laura, Barbara, Jenna e io siamo tristi, ma il nostro spirito è sollevato perché sappiamo che persona fosse. Barbara Bush è stata una favolosa First Lady e una donna come nessun’altra, in grado di portare serenità, amore e alfabetizzazione a milioni di persone”, ha dichiarato George W. Bush. Oltre al suo ruolo di matriarca politica, Barbara Bush è famosa anche per il suo costante impegno contro le ingiustizie sociali e il razzismo, oltre ad aver contribuito alla fine dell’analfabetismo negli Stati Uniti. In questo articolo, vogliamo rendere omaggio a Barbara Bush, nel momento della sua perdita, e a ciò che questa donna eccezionale ci ha lasciato in eredità.

Barbara Bush, ex First Lady e attivista a sostegno dell’alfabetizzazione, è morta il 17 Aprile, all’età di 92 anni.

 

BARBARA BUSH E LA FINE DELL’ANALFABETISMO

In un’intervista del Great Day Houston, Neil, figlio di Barbara Bush, ha voluto ricordare come i libri abbiano sempre rappresentato una parte importante nella vita della famiglia Bush. “Quando ero un ragazzo, era solita leggere per me e per i miei fratelli. Ho avuto il privilegio, negli ultimi quattro o cinque anni, fin da quando papà cominciò ad entrare e uscire dagli ospedali, di leggere io per loro”, ha dichiarato. A Neil venne diagnosticata la dislessia quando era un bambino ed è stato supportato ed esortato nella sua battaglia con la lettura da sua madre, colei che contribuì attivamente a combattere l’analfabetismo negli Stati Uniti. Dopo aver scoperto che Neil non era in grado di leggere per il circolo di lettura della scuola, Barbara si impegnò per portare suo figlio al livello di lettura dei suoi compagni di classe. Barbara lo iscrisse fin da subito a diversi programmi di sostegno per combattere la sua dislessia. La lotta di Neil contro la sua sorta di analfabetismo probabilmente spinse Barbara a scrivere “C. Fred’s Story”, un libro per bambini che diede inizio al suo impegno profondo a favore di numerose associazioni a sostegno dell’alfabetizzazione.

Durante la presidenza del marito, la Sig.ra Bush mantenne la concentrazione sulla sua battaglia contro l’analfabetismo. Come First Lady, definì l’alfabetizzazione familiare come “la causa più importante che dobbiamo sostenere”. Iniziò collaborando attivamente con molte organizzazioni per l’alfabetizzazione, visitò scuole e incoraggiò gli studenti alla lettura. Sostenne, inoltre, in prima persona diverse organizzazioni prima di fondare la sua personale fondazione, la Barbara Bush Foundation For Family Literacy, di cui fece parte fino al 2012. È ricorsa anche ai media e a trasmissioni televisive, come l’Oprah Winfrey Show, oltre al suo personale programma radiofonico, Mrs Bush’s Story Time, per stimolare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’alfabetizzazione, sfruttando la sua visibilità durante la presidenza del marito, periodo nel quale gli Stati Uniti vissero un incremento dell’immigrazione dall’America Latina, dovendo affrontare un innalzamento dei livelli di analfabetismo fra la popolazione. Nel 1997, Barbara Bush fu insignita del Miss America Woman of Achievement Award per il suo impegno a favore dell’alfabetizzazione. Ricevette, tra l’altro, lauree ad honorem da diverse università statunitensi, tra cui ricordiamo quelle in Legge, Lettere Umanistiche ed Amministrazione Pubblica.

Durante la presidenza del marito, la Sig.ra Bush mantenne la concentrazione sulla sua battaglia contro l’analfabetismo.

 

L’EREDITÀ DI BARBARA

Oltre alla sua lotta all’analfabetismo, Barbara Bush sostenne numerose altre battaglie per diverse cause. Più volte si espresse contro il bigottismo razzista e le ingiustizie sociali e sostenne in prima persona numerose campagne di raccolta fondi per altre cause, come quella per la ricerca sulla leucemia infantile (in seguito alla morte di sua figlia). Mentre era First Lady, Barbara divenne famosa per la sua visione liberale, spesso in contrasto con quella del marito o del partito repubblicano. Ad esempio, fu a favore dell’aborto, durante il dibattito che si accese negli Stati Uniti fra la fine degli anni ’80 e i primi ’90. Pur avendo in qualche modo rivisto la sua posizione iniziale, rientrò nel dibattito sull’aborto nel 1992.

Dopo che il marito perse la sua battaglia per la presidenza nel 1993, contro Clinton, Barbara continuò a mantenere le sue campagne e i suoi impegni. Sostenne sempre suo figlio, George W. Bush, durante la sua campagna politica e per tutta la sua carriera. Barbara Bush sarà sempre ricordata per le sue conquiste e le sue campagne sociali, le sue doti oratorie e, naturalmente, per il suo impegno per l’alfabetizzazione, cosa che noi di Yuqo riteniamo estremamente importante, soprattutto nell’era digitale. Ormai siamo sempre più dipendenti dalla tecnologia, abituati ad essere corretti automaticamente durante la nostra scrittura o a leggere in formato digitale piuttosto che tenere un libro di carta in mano, per questo ci auguriamo che l’eredità di Barbara permanga per gli anni a venire.