8 semplici suggerimenti SEO per startup e piccole imprese

Steven Mike Voser
Steven Mike Voser
H
Hai sentito molto parlare di SEO ma non sai come usarlo per la tua startup o piccola impresa? In questo post esploriamo 8 semplici suggerimenti SEO che puoi implementare oggi stesso per ottenere risultati immediati.
Reading Time: 10 minutes

SEO. Se hai una piccola impresa o una startup, probabilmente hai sentito spesso pronunciare questa parola. In effetti, la SEO è diventata un argomento così caldo negli ultimi anni che sembra quasi un crimine non sapere che cosa è o avere teorie personali per affrontare il problema. Ma siamo onesti. La SEO è una sfida impegnativa. Essendo una disciplina così ampia, può essere difficile elaborare una strategia SEO efficace che sia adatta alle tue attività e ai tuoi budget, e che sia in grado di produrre realmente dei risultati positivi. In effetti per una startup o una piccola impresa, la SEO può sembrare un po’ fuori portata, soprattutto se si tratta di un’attività locale in un settore tradizionale. Ma fidati di noi, la SEO è importante per tutte le imprese, grandi o piccole che siano. E la buona notizia è che puoi iniziare a costruire una strategia SEO efficace già da oggi. Qui di seguito esploriamo in dettaglio che cosa è la SEO e condividiamo con te i nostri primi 8 suggerimenti SEO per start-up e piccole imprese.

 

CHE COSA È LA SEO E PERCHÈ È IMPORTANTE?

Anzitutto le cose principali. L’ottimizzazione per i motori di ricerca, o SEO, è un processo che massimizza la visibilità di un sito o di una pagina web su motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo. È una disciplina ampia che comprende una grande varietà di singoli processi. Le strategie di SEO comprendono molte attività, dal copywriting e al marketing dei contenuti, fino all’usabilità e alle analisi del traffico. Il motivo per cui la SEO è così importante nell’ambito del web marketing di oggi è semplice. Noi vogliamo che la nostra attività sia facile da trovare online. Per far questo è necessario risultare facili da trovare tramite i motori di ricerca. I motori di ricerca sono diventati una parte centrale della vita di oggi. Se vuoi trovare la migliore chitarra elettrica per principianti o vuoi sapere dove prenotare per cena, probabilmente stai per cercare le risposte su Google.

Siamo infatti diventati così dipendenti dai motori di ricerca che Google effettua circa 2,3 milioni di ricerche ogni secondo. Ha inoltre indicizzato più di 130 trilioni di pagine web, e questo numero sta continuamente crescendo. Quindi è chiaro che se vuoi il successo per la tua azienda devi chiedere un pezzo della torta di motore di ricerca. Ovviamente la SEO diventa assolutamente strategica per le imprese esclusivamente online, come i negozi di e-commerce o i blog. Tuttavia, le attività SEO sono molto importanti anche per le nuove aziende o per i business iper-locali, come caffè, ristoranti, o anche servizi locali come artigiani, idraulici, elettricisti. Ma con tanta concorrenza online, come può una piccola impresa come la tua sperare di competere con i leader di settore? Beh, lanciare una campagna SEO è un ottimo modo di cominciare.

 

LEGGI PRIMA DI COMINCIARE

Ci sono alcune cose da considerare quando lanci una nuova campagna SEO. Prima di tutto, ti consigliamo di leggere alcune risorse classiche su questo tema. I nostri 4 preferiti includono:

  • Google Webmaster Guidelines: questa è una lettura essenziale per chiunque desideri davvero comprendere la SEO. Queste linee guida spiegano cosa cerca Google nei siti web che decide di presentare per primi.
  • Moz Beginner’s Guide to SEO: Moz è una risorsa altamente considerata per la SEO e per altri temi del marketing online. Questa guida serve come un ottimo punto d’ingresso per la strategia SEO, e viene presentata in un formato relativamente facile da digerire.
  • The Art of SEO: attualmente alla sua terza edizione, questo libro è spesso chiamato la “Bibbia SEO”. Se la SEO fosse un esame universitario, questo sarebbe il principale libro di testo obbligatorio per tutti gli studenti. Pensalo come una guida di riferimento che copre tutto quello che potresti mai desiderare di sapere sulla SEO.
  • The Periodic Table of SEO Factors: questa infografica di Search Engine Land offre una semplice visione a volo di uccello su tutti i diversi fattori che influiscono sul ranking delle pagine online.

 

questa infografica di Search Engine Land offre una semplice visione a volo di uccello su tutti i diversi fattori che influiscono sul ranking delle pagine online.

 

PASSO SUCCESSIVO: FARE UN PIANO

Una volta letti questi testi, dovrai elencare i componenti di base che ti serviranno per iniziare il tuo ranking online. Per la maggior parte delle piccole imprese, questo significa avere 2 componenti fondamentali:

  • Un sito web: Un sito ben strutturato, user-friendly e ottimizzato per gli utenti mobili è un ottimo strumento per qualsiasi attività che cerca di migliorare la propria posizione nei motori di ricerca.
  • Contenuto: questa è una parola dal significato veramente ampio che può comprendere di tutto, dalle descrizioni di base dei prodotti fino ai post settimanali sui blog. Il contenuto fa da sovrano quando si tratta di far sentire la tua presenza online.

Poi vorrai pensare ai diversi processi che attueranno la tua strategia SEO. In generale, ciò comporterà:

  • On-page SEO: le tecniche di ottimizzazione delle pagine sono un importante primo passo per lanciare una campagna SEO. Queste includono di solito delle cose come i meta titoli, le descrizioni e i tag, delle quali potrai sapere di più leggendo questo post.
  • Marketing dei contenuti: questo è il processo che spinge i tuoi contenuti verso un pubblico rilevante.
  • Autorità e credibilità: le imprese che hanno successo sul web hanno costruito una base forte e fedele di clienti. Come? Facendo marketing di se stesse e accreditandosi come fonti credibili e autorevoli di informazioni nei propri settori.
  • SEO locale: se il tuo modello di business si basa su una comunità locale, vorrai tenere in considerazione questo fatto nella tua campagna SEO. Ad esempio inserendo specifiche parole chiave iper-locali o producendo contenuti iper-locali.

 

SUGGERIMENTI SEO SEMPLICI PER LE STARTUP E LE PICCOLE IMPRESE

Ora che stai cominciando a capire come impostare una campagna SEO è venuto il momento di sporcarti le mani. Di seguito trovi 8 semplici suggerimenti SEO pensati per le start-up e le piccole imprese che cercano di fare il primo passo nel mondo SEO. Assicurati di leggerli attentamente e di applicarli oggi stesso.

 

LE BASI DELLA SEO:

1: REGISTRATI CON LA GOOGLE SEARCH CONSOLE E CON GLI STRUMENTI BING PER WEBMASTER

La Google Search Console (precedentemente nota come Webmaster Tools) e i Webmaster Tools di Bing sono applicazioni gratuite progettate per aiutarti a monitorare la salute SEO dei tuoi siti web. Questi strumenti mettono in evidenza problemi importanti come le pagine di errore o le pagine che non possono essere indicizzate dai bot di ricerca. Possono inoltre mostrare se i motori sono in grado di accedere e interpretare facilmente i tuoi contenuti. Anche se questi strumenti sono ovviamente limitati rispetto ad altre applicazioni a pagamento, restano un ottimo punto di partenza per qualsiasi piccola impresa o startup che vuole lanciare una nuova campagna SEO. Una volta registrato come utente di questi strumenti, ti consigliamo di eseguire un controllo di base sul tuo dominio web. Inizia a esaminare le keyword del tuo dominio già precedentemente indicizzate da Search Console o Webmaster Tools. Se noti qualche keyword strana, questo potrebbe essere un segno che il tuo sito è stato in precedenza posseduto dagli spammer. Inoltre vorrai assicurarti che l’intero tuo sito sia correttamente indicizzato. Entrambi gli strumenti Search Console e Webmaster hanno i propri modi per eseguire questo compito. Infine, dovrai anche utilizzare un’applicazione per raggiungere il tuo dominio. Questa ti mostrerà se il tuo sito è reindirizzato correttamente e se un motore di ricerca può accedere facilmente al tuo contenuto.

 

2: CREA UNA LISTA “MY BUSINESS” CON GOOGLE

Google My Business è una rappresentazione digitale della tua azienda che contiene tutte le informazioni più importanti, come i dati di contatto, l’indirizzo, il sito web. Pensa a questo software come a delle moderne Pagine Gialle e assicurati di inserire correttamente i dati fin dall’inizio per essere sicuro che tutte le informazioni aziendali siano corrette e facili da trovare.

 

CONCETTI BASE SULLE KEYWORD

3: FAI UNA RICERCA DI KEYWORD

Le parole chiave sono i termini di ricerca che le persone utilizzano per trovare contenuti in un motore di ricerca. Per eseguire una campagna SEO efficace è necessario creare un elenco di parole chiave pertinenti ai contenuti del tuo sito e utilizzarle con diverse modalità. La scelta delle migliori keyword resta sempre un argomento caldo nel mondo SEO e nell’ambito di questo articolo non andremo nei dettagli su come scegliere i termini di ricerca più corretti per la tua attività. In ultima analisi, ti serve definire parole chiave che attraggano una buona quantità di ricerche ma che non risultino inserite in una super competizione. Dovranno però restare sempre in stretta relazione con la tua nicchia di mercato. Ad esempio, se si possiede un’attività come idraulico a Vancouver, probabilmente si desidera definire parole chiave come:

  • Idraulico Vancouver.
  • Idraulico di emergenza Vancouver.
  • Servizi idraulici Vancouver.
  • Servizi idraulici di Vancouver.

Prova a creare almeno 3-5 variazioni per ogni termine di ricerca, sempre concentrandoti in primo luogo sulle variazioni più diffuse. Un buon modo per iniziare a fare brainstorming con le parole chiave è utilizzare Google. Esegui una ricerca per la prima parola chiave che ti viene in mente e troverai che Google ti suggerirà una vasta gamma di termini di ricerca correlati per aiutarti a trovare quello che stai cercando. Questi termini solitamente costituiscono parole chiave abbastanza solide. Una volta che hai fatto questa prima operazione, considera di utilizzare uno di questi semplici strumenti per aiutarti a generare più idee per le keyword:

Dopo aver compilato un elenco di parole chiave è meglio suddividerle in gruppi logici separati. Un gruppo può includere parole chiave come “idraulico vancouver”, “idraulico a vancouver” e “azienda idraulica vancouver”, mentre l’altro gruppo può includere parole chiave come “idraulico di emergenza” e “Idraulico 24 su 24”. Il raggruppamento delle tue parole chiave ti aiuterà a ottenere una visione complessiva dei termini che devi indirizzare e ti permetterà di applicare meglio i consigli successivi di questo articolo.

Consiglio dei professionisti: crea un foglio di calcolo per le parole chiave che comprenda informazioni come il traffico dai motori di ricerca, la pagina dedicata a ciascun termine e altro ancora. Questo ti aiuterà a vedere facilmente le tue parole chiave più importanti e come le stai indirizzando.

 

4: TROVA LE KEYWORD NELLA LONG-TAIL

Nella Long Tail le parole chiave sono molto più mirate rispetto ai termini di ricerca più diffusi. Immagina di gestire un outlet di scarpe online. Alcune parole chiave evidenti che vengono in mente includono “scarpe da uomo” e “scarpe da donna”. Purtroppo, probabilmente scoprirai che entrare in una classifica sui motori di ricerca con queste parole chiave non è solo difficile, ma è anche poco efficace. Questo perché sono termini veramente troppo vaghi. È molto meno probabile che qualcuno alla ricerca di “scarpe da uomo” sia pronto a fare un acquisto rispetto a qualcun’altro che cerca “scarpe in pelle nera da uomo di Hush Puppies”. Quest’ultimo utente ha in mente un prodotto molto particolare. Questo ci suggerisce che è un utente con maggiori probabilità di impegnarsi in un acquisto. Il primo utente sembrava invece solo in giro a guardare vetrine. Anche se le parole chiave della Long Tail ovviamente generano un volume di ricerche molto inferiore rispetto a quelle più comuni, queste offrono un ROI molto più elevato. Ma trovare queste keyword può essere difficile. Ancora una volta un buon punto di partenza sono i suggerimenti di Google, che di solito sono completati da alcune keyword popolari nella Long Tail relativa alla tua ricerca. Puoi quindi cercare una parola chiave della Long Tail nell’elenco delle parole suggerite, verificare i diversi suggerimenti per questa nuova parola chiave, scegliere una vincitrice e ripetere il processo. I forum e gli spazi di discussione sono altri ottimi posti per avere nuove idee sui termini di ricerca della Long Tail. In alternativa, puoi considerare l’utilizzo di strumenti online gratuiti, come Soovle, per ottenere suggerimenti sui termini di ricerca della Long Tail.

 

In alternativa, puoi considerare l'utilizzo di strumenti online gratuiti, come Soovle, per ottenere suggerimenti sui termini di ricerca della Long Tail.

 

COSTRUISCI IL TUO SITO

5: ORGANIZZATI!

Dopo che ti sei armato di una bella selezione di parole chiave, ti consigliamo di assicurarti che il tuo sito sia ben organizzato per ospitare questi termini. Non esiste un approccio valido per tutti nella strutturazione di un sito web. Può tuttavia essere utile pensare al tuo sito come un armadio. L’intero armadio rappresenta il sito, mentre i cassetti e gli scomparti all’interno dell’armadio rappresentano le sezioni del tuo sito (come le pagine dei servizi e dei contatti). I singoli oggetti all’interno dell’armadio rappresentano le tue pagine web. Immagina di gestire una società di informatica specializzata in riparazioni e vendite, sia hardware che software. Il tuo sito potrebbe essere strutturato in questo modo

Sito: Core Computing Experts

  • Prodotti
    – – Software
    – – – Software prodotto 1
    – – – Software prodotto 2
    – – Hardware
    – – – Prodotto Hardware 1
    – – – Prodotto Hardware 2
  • Servizi
    – – Riparazioni di computer portatili
    – – Riparazioni desktop
    – – Riparazioni tablet e mobili
    – – Impianti
  • Locazioni
    – – Vancouver, BC
    – – Toronto, Ontario
  • Contatti

Questo è un esempio semplificato che mostra un modo semplice per organizzare le sezioni del tuo sito web. Durante la strutturazione del tuo sito, ricorda di tenere a portata di mano la tua lista di parole chiave utili e cerca di creare una pagina web pertinente per ogni termine. Questo ti aiuterà a creare contenuti mirati per soddisfare tutti i diversi tipi di utenti. Inoltre presta particolare attenzione ai tuoi URL e rendili il più possibile “engine-friendly”.

 

6: CREA META TAG, TITOLI E DESCRIZIONI

Una volta che il tuo sito è ben organizzato, ti consigliamo di assicurarti che ogni pagina sia facilmente identificabile sia per i motori di ricerca, sia per gli utenti. Un ottimo modo per farlo è la scrittura di meta titoli e di descrizioni personalizzate per ciascuna delle tue pagine. Questi testi sono delle brevi sintesi dei contenuti di ciascuna delle tue pagine, e generalmente appaiono sotto i link blu cliccabili nei risultati dei motori di ricerca. Queste sintesi dovrebbero contenere almeno una parola chiave pertinente e “vendere” a un potenziale cliente i motivi per i quali dovrebbe scegliere il tuo sito invece di quello di un concorrente. E quindi vorrai assicurarti che siano ben scritte e attraenti, ma senza farle sembrare degli acchiappa-clic. Un ottimo modo per far questo è lavorare con un copywriter professionista che abbia esperienza nella creazione di meta tag, titoli e descrizioni.

 

7: CREA UN CONTENUTO KILLER

Il contenuto è re. Questo è un’altra frase abusata nel mondo SEO, ma è vera. C’è un forte consenso tra la comunità SEO che il contenuto di alta qualità sia uno (se non il primo) fattore più importante che influenza un’elevata indicizzazione da parte di Google. Un modo semplice per diffondere i contenuti è utilizzare un blog. È poi possibile diffondere il contenuto del tuo blog sui canali social, via e-mail o con altri mezzi. Ma prima di iniziare a scrivere articoli settimanali per un blog, ritorna a leggere il contenuto di ciascuna delle pagine del tuo sito web. E intendiamo leggerle veramente.

Ricorda che non importa quanto importanti possano sembrare i motori di ricerca. Il tuo target di destinazione finale restano sempre delle persone. E il tuo contenuto dovrebbe riflettere questo fatto. Quindi non impazzire cercando di integrare il maggior numero possibile di parole chiave nelle descrizioni dei prodotti. Cerca invece di passare i tuoi contenuti attraverso un setaccio fine e prova a immaginarti in questa pagina per la prima volta. Ti consigliamo vivamente di lavorare con autori e copywriter di talento per creare il contenuto del tuo sito web. Poi, una volta che sei soddisfatto di tutti i tuoi contenuti statici, puoi iniziare a pensare a un blog come modo per diffondere un maggior numero di contenuti in futuro.

 

8: REVISIONE, REVISIONE, REVISIONE

Il panorama SEO continua a cambiare. Quello che sembra essere uno standard industriale oggi, potrebbe diventare una pratica sbagliata domani. Quindi, per stare al passo con questo gioco è importante vedere costantemente la nuova letteratura SEO e aggiornare sempre il tuo sito e la tua strategia in base alle nuove informazioni. In Yuqo abbiamo formato un team di scrittori, traduttori, designer e altri professionisti di questo settore per aiutare le piccole imprese e le aziende come la tua ad aumentare la loro presenza online. Per saperne di più su come il nostro team possa aiutarti a sviluppare una strategia SEO globale che aderisce agli standard attuali ma è in grado di aggiornarsi con le nuove tendenze, contattaci ora.